My wife's relations

SCHEDA DEL FILM

Titolo originale: My wife’s relations

Titolo italiano: I genitori di mia moglie

Regia: Buster Keaton

Anno: 1922 - Nazione: USA

Genere: comico – Durata: estratto di 5 minuti

Produzione: Metro Pictures Corporation

Didascalie: ing/ita – Immagine: BN

Attori principali: Buster Keaton, Joe Roberts

Trama: Una possente donna porta Buster in tribunale perché crede che egli le abbia rotto il vetro di una finestra. Il giudice però è polacco, non capisce la situazione, non si fa capire e, per errore, li sposa. A casa della sposa ci sono quattro fratelli brutali che, con lei stessa, maltrattano Buster.

A tavola (la scena scelta per questo estratto) tutti mangiano a quattro palmenti tranne il novello sposo, che dovrà inventarsi un espediente per riuscire a mettere qualche cosa sotto i denti. Uno dei suoi cognati però trova una lettera nel suo vestito e crede che abbia vinto centomila dollari. Allora cominciano a trattarlo bene e comprano una casa di lusso. Scoperto che Buster non deve ereditare assolutamente, niente tentano di ucciderlo ma egli, dopo avere per sbaglio lievitato un enorme quantità di birra, riesce a svincolarsi dai suoi nemici e fugge in treno.

My wife's relations_01

Storia: Buster Keaton (Piqua, 4 ottobre 1895 – Woodland Hills 1 febbraio 1966), assieme a Chaplin e Laurel & Hardy, sono in assoluto le facce più celebri e conosciute del cinema comico muto. Keaton da sempre si distinse per la sua espressione perennemente seria e stralunata a prescindere dalla situazione in cui si trovasse. Il soprannome “Buster” (in realtà egli si chiamava Joseph Frank) gli venne attribuito quando era ancora un bambino piccolo dal celebre illusionista Harry Houdini che frequentava e lavorava con la famiglia Keaton, entrambi attori di vaudeville. Il bimbo cadde rovinosamente dalle scale senza farsi niente e Houdini esclamo “What a buster!”, ovvero “Che bel capitombolo!” e da allora divenne il suo soprannome e nome d’arte. Iniziò a lavorare in teatro all’età di tre anni, specializzandosi proprio in pericolose acrobazie con i suoi genitori, tanto che questi vennero multati per sfruttamento e maltrattamento di minori. Buster però disse in seguito che non si fece mai male e, le sue capacità acrobatiche divennero un secondo marchio di fabbrica dell’attore, dopo la perenne mancanza di sorriso del suo volto. Entrò nel mondo del cinema grazie anche alla sua prima moglie Natalie Talmadge, segretaria dell’allora famosissimo comico Roscoe “Fatty” Arbuckle, che lo volle al suo fianco in diversi suoi cortometraggi. La carriera fu fulminante ed, in breve, Keaton divenne il protagonista assoluto delle sue comiche e divenne anche regista e sceneggiatore. Realizzò una prima serie di corti da due rulli (di circa 20 minuti di durata) che venne definito il suo “periodo d’oro”, fra il 1920 ed il 1923, ed in seguito iniziò a realizzare lungo metraggi. Caratteristica dei suoi film, sta nel rovesciare continuamente il senso e la logica di quello che succede, facendo diventare semplicissime delle azioni complicate ed impossibili quelle facili. Poi, contrariamente a quello che succedeva nel mondo delle comiche di allora, egli curò molto la sceneggiatura ed, anche le sue comiche più brevi, non erano semplicemente una serie di gag divertenti una in fila all’altra, ma raccontavano quasi sempre una storia. La crisi dovuta all’avvento del sonoro e le sue vicissitudini con la prima e la seconda moglie, lo portarono purtroppo all’alcolismo fra il 1932 ed il 1935, anche se Keaton continuò a lavorare saltuariamente come attore secondario in film di tutti i tipi. Ebbe poi una rinascita quando riuscì ad uscire dalla crisi, si sposò con la sua terza fedele moglie (Eleanor Norris) che rimase al suo fianco fino alla morte ed iniziò a lavorare anche con la televisione. Nel 1960 ricevette un meritato Oscar alla carriera.

My wife's relations_03

RADIO DAYS Movie

Il progetto: Questo corto fa parte del progetto “Tutti nello stesso piatto 2018”, lavoro commissionato da Mandacarù e Altromercato per la decima edizione del festival “Tutti nello stesso piatto” e che comprende complessivamente dieci brevi filmati fra spezzoni o pellicole complete, tutte in qualche modo legate al mondo dell’alimentazione. Le musiche sono pensate tutte per quartetto, con Fabrizio Carlin al trombone, Ivan Marini agli strumenti ad ancia o flauto, Michele Kettmaier al pianoforte o basso tuba e Claudio Lombardi al basso acustico o chitarra.

PROGETTO

Le musiche: quattro composizioni per accompagnare questo corto, scritte ed arrangiate da Michele Kettmaier nel 2018. Tra parentesi la numerazione progressiva delle composizioni.

Tango dei cappelli (321) – tango 4/4

La fame (322) – moderato 5/4

Si cucina (301) – moderato 6/8

Fine pasto (323) – andante 6/8

Le esecuzioni dal vivo: complessivamente due, una presso il teatro Melotti di Rovereto il 9 novembre 2018 e la seconda il 14 novembre 2018 presso il cinema Astra di Trento.

My wife's relations_05

My wife's relations_02

torna a SCHEDE FILM