Blackmail-locandina

SCHEDA DEL FILM

Titolo originale: Blackmail

Titolo italiano: Ricatto

Regia: Alfred Hitchcock

Anno: 1929 - Nazione: GB

Genere: thriller – Durata: 86 minuti

Produzione: British International Picture

Didascalie: inglese/italiano – Immagine: BN

Attori principali: Anny Ondra, John Longden, Cyril Ritchard, Donald Calthrop

Alice

Trama: Alice White (Anny Ondra) è la fidanzata di un ispettore di Scotland Yard, Frank Webber (John Longden) e, dopo una giornata tipo ricca di azione del poliziotto, i due si recano in un ristorante nell’attesa di andare poi al cinema. La ragazza però aveva dato appuntamento nello stesso locale anche ad un altro uomo, il signor Crewe (Cyril Ritchard), un affascinante pittore e, provocando il fidanzato fino all’esasperazione, riesce a rimanere sola ed a raggiungere l’artista. Frank, sbalordito, li vede uscire ma preferisce non intervenire mentre mr. Crewe si allontana con Alice per mostrarle il suo attico/studio. All’ingresso, il pittore viene però avvicinato da un losco individuo, il signor Tracy (Donald Calthrop), che viene liquidato in modo sbrigativo.

In studio, in un clima inizialmente sereno, Alice si prova un tutù e l’artista, dopo un piccolo bacio di lei, tenta di avvicinare la ragazza con fare minaccioso. Lei si divincola e, nel tentativo di difendersi, uccide l’uomo con un coltello per tagliare il pane.

In studio 1In studio 2

Alice, in una sequenza davvero memorabile, rimane per un po’  imbambolata con la lama in mano ma poi ritorna in se, cancella ogni sua traccia ed esce, vaga tutta la notte per le strade di Londra in preda agli incubi e rientra a casa dei suoi genitori all’alba.

Il padre di Alice ha una tabaccheria e la famiglia vive nel retro bottega, dove al mattino i tre fanno abitualmente colazione. La notizia del delitto, consumato a pochi passi dal negozio del signor White, si diffonde in un lampo e finisce su tutti i giornali, accrescendo l’ansia della ragazza.

Ad occuparsi del caso c’è anche Frank, che si reca nello studio per trovare indizi. Vagando fra le tele del deceduto, trova un guanto da donna e, quando improvvisamente vede il volto del signor Crewe, lo riconosce e capisce all’istante che il guanto è quello della sua fidanzata. Si reca così da Alice per chiederle spiegazioni, ma in bottega arriva anche il signor Tracy con il secondo guanto della ragazza.

Ricatto

Scatta così il ricatto in un crescendo di tensione, mentre nel frattempo il capo di Frank individua proprio nel signor Tracy il principale indiziato, perché è stato l’ultimo ad avvicinare l’artista. Frank capisce che la situazione si è ribaltata; la polizia irrompe nella tabaccheria e Tracy scappa, rifugiandosi al British Museum. Qui si arrampica in cima ad una cupola vetrata tallonato dai poliziotti e, per errore, precipita dal tetto e muore.

Nel frattempo Alice è rosa dai rimorsi e decide di confessare il suo delitto a Scotland Yard. Nel momento in cui sta per parlare con il commissario, suona il telefono ed interviene Frank che allontana Alice dall’ufficio, spiegandole che il presunto assassino è morto. Mentre i due escono scherzando con l’usciere, Alice, completamente sbigottita dagli eventi, vede passare una tela dell’artista che sembra additarla ed accusarla del delitto.

BLACKMAIL (1929)

Storia: Film decisamente importante sia per la storia del cinema mondiale che per la filmografia del celebre regista, Alfred Hitchcock.

Questa pellicola è stata tratta dal lavoro teatrale di Charles Bennett e riadattata per il grande schermo anche nella trama. Quando il montaggio e le riprese furono terminate, il produttore decise di convertire questo lavoro in film sonoro, così vennero rigirate parecchie scene con delle apparecchiature RCA importate dagli Stati Uniti. Esistono quindi due versioni di Blackmail: quella muta che venne messa sul mercato per le sale non attrezzate per il sonoro, e la versione sonora, che rimane nella storia come il primo film inglese di questo tipo.

Di fatto, la versione muta è stata praticamente dimenticata, perché Blackmail rimane nella storia del cinema come il primo film sonoro inglese ed il primo film sonoro di Alfred Hitchcock. Il regista però, parlando di questo film, disse che lui preferisce di gran lunga la versione muta a quella rigirata in seguito, che di fatto differisce per alcuni dettagli.

Alfred Hitchcock e Anny Ondra

Alfred Hitchcock e Anny Ondra

Un altro primato di Blackmail, consiste nel fatto che è stato anche il primo film doppiato poiché, la protagonista Anny Ondra, essendo di origini polacche non aveva una buona pronuncia inglese e quindi si preferì utilizzare la voce di Joan Barry, per questa importante prima pellicola sonora inglese.

Rilevanti furono anche gli effetti speciali: le scene al British Museum furono girate in studio con il metodo Schüfftan, un sistema di effetti ottici usato anche in Metropolis.

Dimenticavo: è anche il primo film nel quale il regista compare in un cameo, peraltro esilarante.

British museum

British museum

RADIO DAYS Movie

Il progetto: le musiche per questo lungo metraggi furono scritte già nel 2018, ma il progetto rimase poi in pausa, dando la precedenza ad altri lavori ed anche in attesa di scegliere l’organico giusto per il gruppo musicale di questo progetto. L’idea infatti prevedeva di allargare il quartetto con un nuovo elemento, così da avere tre strumenti a fiato da arrangiare, anche sulla scorta dell’esperienza fatta con la banda per “dr. Pickle and mr. Pride”. Così, oltre a Fabrizio Carlin al trombone, Ivan Marini al flauto, clarinetto basso e sax tenore, si è aggiunto Lorenzo Sighel al sax alto e soprano. La ritmica comprende Michele Kettmaier al pianoforte e Claudio Lombardi al basso acustico.

scale

Le musiche: quarantacinque brani e relativi arrangiamenti scritti da Michele Kettmaier fra il 2018 ed il 2020. Tra parentesi la numerazione progressiva delle composizioni.

BIM (406) – medium 4/4

Blackmail (407) – medium 4/4

In azione 1 (408) – blues medium/up 4/4

Scotland Yard 1 (409) – medium 3/4

Rilassamento 1 (410) – bossa nova 4/4

Hitch 1 (411) – beguine 4/4

Discussioni 1 (412) – swing 4/4

Discussioni bis 1 (413) – swing 4/4

L’appuntamento (414) – lento 6/8

L’imprevisto (415) – moderato 6/8

Incontro indesiderato 1 (416) – bossa nova 4/4

Conversazione (417) – bossa nova 4/4

Incontro indesiderato 2 (418) – bossa nova 4/4

Scotland Yard 2 (419) – medium 3/4

Rilassamento 2 + bis (420) – bossa nova 4/4

Paravento (421) – medium 4/4

Blacktime 1 (422) – ostinato 3/4

Blacktime 2 (423) – ostinato 3/4

Blacktime 3 (424) – ostinato 3/4

Blacktime 4 (425) – drammatico 3/4

Alice 1 (up) (426) – veloce 5/4

Alice 2 (slow) (427) – lento 5/4

La portinaia (428) – veloce 3/4

In azione 2 (429) – blues medium 4/4

Alice 3 (med) (430) – medium 5/4

Il rientro (431) – swing medium/up 4/4

Il coltello (432) – beguine corale 4/4

Hitch 2 (433) – beguine 4/4

In tensione 1 (434) – medium 3/4

Mr Tracy 1 (435) – barocco 4/4

In tensione 2 (436) – medium 3/4

Colazione di Tracy (437) – relax 4/4

Interrogatorio (438) – veloce 7/8

In azione 3 (439) – blues up 4/4

Mr Tracy 2 (440) – medium 4/4

Riflettendo (441) – lento 4/4

Scacco (442) – ostinato veloce 5/4

Discussioni 2 (443) – medium 4/4

Discussioni bis 2 (444) – medium 4/4

In azione 4 (445) – blues medium/up 4/4

British museum (446) – misterioso 5/4

In tensione 3 (447) – medium 3/4

La confessione (448) – medium 3/4

Dall’ispettore (449) – veloce 5/4

Alice 4 (450) – medium 5/4

Le esecuzioni dal vivo: progetto 2020 in corso d’opera ed, al momento, fermo e senza possibili sbocchi dal vivo per causa di forza maggiore.

torna a SCHEDE FILM

Londra